domenica 2 febbraio 2014

BISCOTTI FANTASIA FRITTI E AL FORNO


Buonasera  a tutti!
Scusatemi per il titolo lungo, ma adesso vi spiego il perché...
Mi è stato richiesto di preparare dei dolcetti sia per Carnevale che per S. Valentino e...
...sfogliando il libro di Carnacina  (che sto scoprendo con entusiasmo), mi sono soffermata su questi "biscotti fritti" che tanto assomigliano a quelli che si preparano per il Carnevale e sono rimasta molto soddisfatta.
La ricetta è semplicissima; una variante apportata da me è la forma (il Carnacina indica di formare delle ciambelline), infatti ad alcuni ho dato la forma a cuore..., altre a chiocciolina, altre a ciambella; un'altra variante è che la metà li ho cotti al forno... Essendo, a mio parere, una ricetta perfetta, sono friabili e piacevolmente gustosi in tutti e due i modi. Certo, i biscotti fritti hanno un loro fascino, ma al forno diventano dei biscottini niente male....
Pertanto con questa ricetta di biscotti (sia fritti che al forno...ehm scusate il giro di parole) si possono realizzare delle ciambelline  o dei biscotti in cui la nostra "fantasia" può esprimersi sia nella forma che nella decorazione....Ecco perché vanno bene per ogni occasione...
Io mi sono cimentata...adesso tocca a voi...:-)!

Negli ingredienti ho voluto specificare il peso delle uova e la quantità del latte a me necessaria; inoltre il Carnacina non parla di lievito vanigliato, ma solo di lievito ...io però ho preferito metterlo vanigliato.
Inoltre non ho aggiunto il cioccolato fondente e i confettini di zucchero per i biscottini da fare al forno.
*************************
Ingredienti
300 gr di farina 00, 100 gr di zucchero semolato, 50 gr di burro, 2 uova (100 ml), 1 bustina di lievito vanigliato per dolci, 1 cucchiaino di cannella in polvere, poco latte (1 cucchiaio), 1 pizzico di sale, olio per friggere, 50 gr di zucchero a velo per spolverizzare.

*************************
Preparazione
Sbattere in una terrina le uova con lo zucchero semolato, unirvi il burro fuso e, a poco a poco, la farina alla quale si sarà mescolato il lievito, il sale e la cannella. Mescolare e aggiungere il latte. Lavorare la pasta fino a quando sarà diventata compatta e omogenea. Ricavare poi dalla pasta dei cilindretti (io aggiungo di c.a. 20 cm) e formare delle ciambelline (vedi foto per la forma a cuore). Far friggere i biscottini in abbondante olio ben caldo (aiutatevi con una paletta per immergerli nell'olio, oppure prendeteli con le mani molto delicatamente) e rigirateli quando la parte sottostante sarà dorata, questione di secondi... Scolarli e spolverizzarli con lo zucchero a velo.
Per quelli al forno: cuocere i biscottini nel forno preriscaldato a 180° per 10-12' c.a. Per decorarli basta sciogliere del cioccolato fondente, immergervi metà biscotto e far cadere a pioggia dei confettini di zucchero colorati. Far indurire la glassa e servire....Buoni, buoni, buoni :-).

Tra Carnevale e S. Valentino...







**********************************


9 commenti:

  1. Che bella ricetta, mi piace che si possano sia friggere che fare al forno!
    Qual è il libro di Carnacina?

    RispondiElimina
  2. Ciao Chiaretta, che bello che sei passata da qui!!! Sì, ho avuto l'idea di farli al forno proprio per valutare se era il caso, dato che spesso i biscotti da friggere, al forno diventano o più duri, insomma tutt'altra cosa...questi non dispiacciono...Riguardo Carnacina si tratta di 6 volumi della Fabbri Editori (ultima stampa del 1990) dal titolo: Cuninare oggi , sottotitolo "La cucina dalla A alla Z" appunto di Luigi Carnacina. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Il carnacina.... quanti ricordi! è stato il primo libro di cucina che ho sfogliato da bimba :) Mi segno questa ricetta, questi biscotti nella doppia versione mi sembrano deliziosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, che emozione leggere il tuo commento! Sì, infatti questi libri li ho chiesti in prestito ad un'amica che li aveva messi nel dimenticatoio, invece penso siano delle perle rare...Grazie per essere passata da qui! Un abbraccio :-)

      Elimina
  4. Ciao, non amando i fritti, preferisco la versione al forno che è anche molto bella nella presentazione!!! Sarà che ho voglia di colore....non ne posso più di quest'acqua!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, anch'io non ne posso più di quest'acqua, pare stia finendo...mah! Son contenta ti sia piaciuta la versione al forno, sono molto semplici, da inzuppare nel latte o per accompagnare una tazza di tè, se poi li decoriamo diventano più allegri e, come dici tu, in questi giorni un po' di colore non guasta!!! Grazie per essere passata da qui, un abbraccio :-)

      Elimina
  5. Ma lo sai che posseggo anche io quei volumi!!!
    Io li ho ereditati da mia madre e li tengo quasi come una reliquia!! Il mio primo libro di cucina risale a quando ero solo una bambina ed è il Manuale di Nonna Papera che anche se logoro e consunto conservo come un tesoro di valore inestimabile!!
    Davvero carini questi biscotti, mi piacciono tantissimo entrambe le versioni!!!
    Un caro abbraccio e buona settimana
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, è vero che ci sono delle belle ricette? Le voglio scoprire un po' alla volta...io non ricordo il mio primo libro di ricette, nel senso che già da piccola, leggendo e sperimentando, mi appuntavo tutto su un quadernino che ancora conservo, ho in mente le copertine dei libri di mia mamma e un libricino piccolo di "Maria Rosa" (te la ricordi?...)....Grazie per essere passata da qui! Baci :-)

      Elimina
  6. Me la ricordo eccome, ce l'ho anche io uno di quei vecchi libricini!!!
    Un bacio e a presto
    Carmen

    RispondiElimina